Energia Spiegata

Si è discusso e si discute da tempo sulla necessità di definire e applicare piani di azione volti a ridurre le emissioni di gas, ma al tempo stesso capaci di garantire sicurezza negli approvvigionamenti e disponibilità di energia a prezzi contenuti, nonché l’accesso all’energia ai miliardi di persone che ancora non ne dispongono (nel 2012 il numero ammontava a un miliardo e mezzo).

Secondo il World Economic Forum, le economie emergenti, come anche quelle consolidate, dovrebbero ripensare una strategia energetica capace di bilanciare sviluppo e sostenibilità. E la soluzione sarebbe investire anche in nuove tecnologie (rinnovabili), come spiegato nel report "Future of Electricity in Fast-Growing Economie”. 

Fonti, risparmio, efficienza per l’energia

La Corte costituzionale martedì ha approvato uno dei sei referendum “anti-trivelle” chiesti da dieci Regioni. Ecco dieci domande e dieci risposte per capire meglio il tema in

discussione.

Scenari globali

Chi ci gaudagna e chi ci perde dalla riduzione del prezzo del petrolio? Difficile dare una risposta netta a questa domanda. Quello che è certo è che il crollo del greggio non è una buona notizia, per nessuno. 

carlo maria capè, bip
Scenari globali

In uno scenario globalizzato e complesso, non è sempre semplice per le aziende, così come per le utilities e le amminstrazioni, scegliere la strategia più adeguata per rispondere ai propri obiettivi di crescita e di miglioramento di servizi e prodotti. Per orientarsi, e non perdere la bussola, può servire affidarsi a una società di consulenza. L'intervista a Carlo Maria Capè, AD di BIP